Ragazzi attenzioni alle sanzioni!

Se si sta usando un drone, con attestato di pilota ENAC, bisogna aver fatto anche l’assicurazione per il drone, perché si può incorrere in sanzioni veramente pesanti.

Ad esempio se si lascia a casa l’attestato dell’assicurazione si può incorrere in una multa che va da 15.000 a 30.000 euro, oppure peggio ancora, se non si è fatta l’assicurazione la sanzione può partire dai 50.000 ai 100.000 euro (Regolamento 785: l’art. 3 del d.lgs. 6 novembre 2007, n. 197).

Qui di seguito il decreto legge che stabilisce che il drone ad uso professionale debba essere assicurato:
la polizza assicurativa prevista obbligatoriamente dall’art. 32 del richiamato regolamento che recita:
“Non è consentito condurre operazioni con un SAPR se non è stata stipulata e in corso di validità un’assicurazione concernente la responsabilità verso terzi, adeguata allo scopo e non inferiore ai massimali minimi di cui alla tabella dell’art.7 del Regolamento (CE) 785/2004[6]”.

Quindi ragazzi non sottovalutate l’importanza di aver assicurato il proprio drone sia per una questione di sanzioni, ma anche per tutelarvi nel qual caso dovesse succedere qualcosa (fate male a qualcuno o perdete il drone, ecc.) e state attenti anche ai passanti che potrebbero avvisare le forze dell’ordine.

https://www.safetysecuritymagazine.com/articoli/droni-uso-illecito-e-sanzioni/
fonte: sito safety & security

Un’altra cosa da stare attenti è che quando utilizziamo il drone con telecamera, dobbiamo verificare cosa andiamo a riprendere stando attenti a non violare la privacy di terzi. In questo caso, infatti, si rischierebbe di incorrere in altre sanzioni penali legate alla violazione del diritto della privacy, di interferenze illecite nella vita privata altrui e trattamenti illecito di dati personali. In questo caso, inoltre, oltre che il pilota del drone potrebbe essere chiamato a rispondere degli illeciti anche chi ha commissionato le riprese.

https://www.investireoggi.it/fisco/far-volare-un-drone-attenzione-alle-sanzioni-uso-illecito/
fonte: investire oggi

https://www.quadricottero.com/2015/02/ecco-il-prontuario-della-polizia-per-le.html
fonte: quadricotteronews

 

Può essere sempre utile avere bene in mente il prontuario trasmesso alle forze dell’ordine, che tratta l’aeromodello nei seguenti titoli di infrazione:

• Aeromodellista che utilizza l’aeromodello che possa arrecare rischi a persone o beni a terra.

• Aeromodellista che utilizza l’aeromodello con modalità che: 1. possono arrecare rischio ad altri utilizzatori dello spazio aereo; 2. non mantiene la separazione dagli ostacoli; 3. non evita collisioni in volo o non dà la precedenza a tutti.

• Aeromodelli con massa massima al decollo minore di 25 Kg e che non rispettano gli ulteriori requisiti: – non volano nelle ore di luce diurna; –volano senza il contatto visivo diretto con l’aeromodello; – volano con l’ausilio di dispositivi ottici e/o elettronici; – volano in aree popolate, al di fuori del raggio massimo di 200 metri e di altezza uguale o superiore a 70 metri; – volano non avendo il controllo con modalità che presentino e non espongano a rischio persone e cose; – volano dentro gli ATZ e comunque ad una distanza inferiore a 8 Km dal perimetro aeroportuale e dai relativi sentieri di avvicinamento/decollo.

• Aeromodellista, titolare di abilitazione al pilotaggio, rilasciata da una scuola certificata dall’Aero Club Italia, che esercita attività di volo con aeromodello con massa massima inferiore ai 25 Kg., in aeree di altezza uguale o superiore ai 150 metri e di raggio massimo superiore ai 300 metri.

• Aeromodellista minore degli anni 18, che esercita attività con aeromodello di massa uguale o maggiore di 25 Kg, o che non rispetti gli ulteriori requisiti previsti dall’art. 23, c. 3 prima parte.

• Mancato rispetto delle eventuali disposizioni emesse dalle amministrazioni locali competenti.

• Mancato rispetto delle disposizioni emanate dall’Aeroclub Italia in occasione di manifestazioni aeromodellistiche.

Per ognuna di queste infrazioni è prevista la stessa sanzione e cioè: Art 650 c.p. “Inosservanza dei provvedimenti dell’autorità” Arresto fino a tre mesi, ovvero ammenda fino a € 206,00.

https://www.avvocatoquintiliani.com/practice/sanzione-penale-per-i-droni/