Se lo chiedono in tanti appassionati di droni: come si diventa pilota di droni?

 

Ciao ragazzi,

negli ultimi anni sta nascendo una nuova figura lavorativa che si chiama pilota di APR (AEREOMOBILI A PILOTAGGIO REMOTO) volgarmente chiamato dronista.

In tanti ci hanno chiesto come diventare pilota di droni e come utilizzare questa qualifica in ambito lavorativo.

Questa nuova figura si può applicare in moltissimi settori, ad esempio: droni in agricoltura, droni in edilizia, industria, fotografia, video, ecc… ma attenzione, per poter pilotare un drone in regola bisogna prima aver fatto un corso certificato ENAC, per ricevere un attestato ufficiale di pilota di droni.

Anche a livello hobbistico è consigliabile fare un corso pilota droni certificato ENAC, per avere almeno le nozioni basi di COME e, soprattutto, di DOVE si può far volare il nostro drone.

Il programma dei corsi (basico / critico) certificato da ENAC prevede delle lezioni teoriche in classe e della pratica sul campo volo.

 

Il programma teorico di un corso basico è il seguente:

  1. Circolazione Aerea 2019 (rev.1)
  2. Guida Dichiarazione
  3. Impiego dei SAPR
  4. Istruzioni per la compilazione del logbook
  5. Meteorologia
  6. Normativa APR 2019

Il corso della parte teorica ha un durata di 16 ore, alla fine del quale si sosterrà un esame scritto.

Se lo si supera si passerà a delle esercitazione di volo al campo volo dove si sosterrà l’esame pratico (il numero di esercitazione dipenderà soprattutto dall’abilità del candidato a saper guidare il drone).

Se lo si supera verrà rilasciato l’attestato di pilota di APR.

 

Il programma teorico di un corso critico è il seguente:

  1. Prestazioni e pianificazioni volo
  2. Safety e gestione del rischio

Il corso della parte teorica ha un durata di 14 ore, alla fine del quale si sosterrà un esame scritto.

Se lo si supera si passerà a delle esercitazione di volo al campo volo dove si sosterrà l’esame pratico (il numero di esercitazione dipenderà soprattutto dall’abilità del candidato a saper guidare il drone).

Se lo si supera verrà rilasciato l’attestato di pilota di APR.

 

I corsi vengono anche distinti in VL (Very Light) e L (Light).

Questa distinzione nasce dal peso del drone al momento del decollo (MOD – MASSA OPERATIVA AL DECOLLO), dove Very Light identifica un drone con un mod di peso che va 300 gr a 4 Kg, mentre Light che va da 4 kg a 25 kg.

Quindi avremo dei corsi :

VL BASE / L BASE

VL CRITICO / L CRITICO

Ovviamente prima di poter fare un corso critico, bisogna superare un corso base.

E’ consigliabile, mentre è obbligatorio per chi lo farà per professione, un’ assicurazione sul drone e la registrazione dello stesso sul sito dell’ENAC.

Ovviamente è da specificare che qualora andaste a operare in un altro stato dovrete prima sincerarvi delle leggi di quello specifico stato e ottenere eventuali autorizzazioni.

Attenzione a non sottovalutare l’aspetto di fare un corso, perché non conoscendo bene l’argomento, si può andare incontro a multe con cifre veramente spaventose! A tal proposito ti invitiamo a leggere il nostro approfondimento dedicato alle multe con i droni.

Quindi per chi volesse, o per lavoro o per hobby, utilizzare un drone, consigliamo di seguire un corso specifico, possibilmente in un centro certificato ENAC. 

Quindi, perchè DIVENTARE PILOTA DI DRONI?

Diventare pilota di droni è un modo, in primis, per pilotare il proprio veicolo in totale serenità ed a norma con quanto previsto dalla legge. Inoltre, diventare un pilota droni certificato è sicuramente il modo migliore per cominciare a crearsi una figura professionale in grado di mettersi sul mercato con serietà e, appunto, professionalità.

Una volta ottenuto il patentino potrete muovervi come meglio credete a livello di marketing, cercando di posizionarvi sul mercato in modo da diventare specialisti in determinati settori

Questo è un consiglio che diamo a tutti i nostri studenti che intendono diventare piloti di droni a fini lavorativi.  Posizionarsi sul mercato in nicchie specifiche è la strategia migliore per evitare la concorrenza ed offrire un prodotto di altissima qualità

Essere troppo generalisti a volte non aiuta il business. Pilotare un drone, ad esempio, durante un matrimonio è diverso che pilotarlo su un campo agricolo, o nel settore edile. La tecnica di pilotaggio può essere simile, ma la scelta delle riprese cambia anche in base all’esperienza del pilota. Ecco perchè differenziarsi diventa una strategia vincente.

Ti senti un grande pilota di droni nel campo dei matrimoni? Bene, costruisci il tuo business su questo;)

A tal proposito, ti invitiamo a visitare la pagina della nostra scuola droni per conoscerci meglio: www.squadronefly.it